Alluce Valgo

Alluce Valgo

ALLUCE VALGO ADDIO … Facciamo chiarezza !

La chirurgia mininvasiva

 

Chirurgia Podoiatrica Moderna – MIS Minimal Invasive Surgery

Qualora però, la soglia del dolore e quindi la propria autonomia, venga compromessa da questa insidiosa patologia e le terapie podologiche di vario genere non riescono a garantire una qualità di vita soddisfacente, si può affrontare questa patologia con una tecnica innovativa della Chirurgia Podoiatrica Moderna: MIS ( minimal invasive surgery ) o anche chiamata Percutanea Mininvasiva, che permette di camminare subito dopo l’intervento che si svolge in anestesia locale e che dura circa 20 minuti.

 

I punti innovativi di questa incredibile nuova tecnica chirurgica mininvasiva sono:

– Piccola incisione e mininvasività di ½ cm massimo

– Non richiede emostasi

– Si effettua in anestesia locale

– Non utilizzo materiali di osteosintesi

– Permette una deambulazione immediata

– Minimo rischio di infezioni

– Dolore postoperatorio molto ridotto rispetto alla chirurgia tradizionale

 

Il tutto si svolge con una anestesia locale del piede, attraverso una o due piccolissime – incisioni di meno di 2 mm. con piccoli strumenti motorizzati, praticando dei tagli mirati, si correggono e si asportano le parti ossee in eccesso in modo semplice e veloce. ( circa 20 minuti )

La stabilizzazione del dito viene poi eseguita effettuando solo un bendaggio senza introdurre alcun mezzo di sintesi metallico o viti.Questo permette di camminare immediatamente dopo l’intervento usando solo una calzatura apposita che permette di camminare correttamente la parte anteriore del piede, da indossare per un periodo di tempo breve.

Cosa succede dopo l’intervento: il paziente indosserà subito dopo l’intervento di chirurgia MIS solo una semplice calzatura con suola rigida postoperatoria per quattro settimane.

L’antibiotico sarà usato solo a scopo preventivo il giorno precedente l’operazione chirurgica e solo in alcuni casi nei 5 giorni seguenti. Dopo la quarta settimana si toglierà completamente il bendaggio e si userà una calzature normale solo con suola spessa e morbida.

Dovrà solo cambiare una volta alla settimana il bendaggio fino alla fine della quarta settimana.

Il paziente del progetto podo-chirurgico anche dopo l’intervento dovrà riscoprire l’estrema naturalezza del gesto, quotidianamente fatto migliaia di volte senza che questo dia luogo a fatica, dolore e pensieri.

 

Prof. Dott. Avagnina Luca

 

 

X