I consigli del Dottor Avagnina: come tutelare il piede e ottimizzare le prestazioni nell’attività sportiva.

“Settembre e Ottobre sono i mesi in cui molte persone decidono di riprendere o iniziare una nuova attività fisica, è importante evitare gli acciacchi che ne derivano, più si va avanti con l’età e più è importante preservarci da danni e continuare a godere dell’attività fisica” premette il Dott. Luca Avagnina che prosegue: “ I piedi sono l’unica parte del corpo che tocca terra, se lo fa male, o se lo sport viene praticato su terreni duri, o se pretendiamo uno sforzo dal nostro fisico a cui non è abituato, possono insorgere delle problematiche. Oggi con una visita podologica posturale si possono prevenire i malesseri che derivano da sforzi eccessivi o da una pratica sportiva praticata con una postura errata, infatti, il podologo può suggerire l’utilizzo del tipo di scarpa più adatto per il piede del paziente e di sport praticato. Soprattutto ci sono dei plantari fatti su misura con materiali speciali, che tolgono le onde d’urto, le vibrazioni, questo può aiutare per fare sport con piacere e ottimizzare le prestazioni, senza incorrere in problematiche. ”

Sig.ra Michela

Ho convissuto per anni con un problema di onicocriptosi. I medici incontrati in precedenza mi hanno proposto soluzioni fortemente invalidanti, degenza e tempi di recupero lunghi, risultati per nulla definitivi.
In cerca di un’altra soluzione mi sono imbattuta per mia fortuna nel sito “Podomedica”.
Il Prof. Avagnina si è dimostrato fin dal primo contatto telefonico, cordiale, disponibile, esaustivo nelle spiegazioni e convincente nell’illustrare modalità, tempi e possibilità risolutive dell’intervento.
Ho così risolto un problema che ai più potrebbe sembrare banale, ma che, trascinato per anni, non lo è affatto. Dimenticare il dolore, l’imbarazzo, e poter trascorrere la prima estate a piedi nudi non ha prezzo.
Per tanto sento di ringraziare il Prof. Avagnina e tutto lo staff, dalla responsabile delle relazioni con i pazienti, alla Dottoressa Antonella Chiaravalloti, che mi ha seguita nel pre e post intervento con scrupolosità, disponibilità e grande professionalità. Grazie!
Un cordiale saluto a Lei ed allo staff..
Michela

Sig. Pino Dattilo

Buonasera Dott. Avagnina,
12 anni di Tour d’Italy per il mio problema al piede che mi assilla e mi impedisce di vivere serenamente, tante visite, tanti esami, tanti pareri ma il mio problema persiste.
Medicina 33 la svolta, sa quando si ha un problema si cerca la massima informazione, e quel giorno la voce di mia moglie che gridò. ……..corri corri si parla di piedi……
2 Febbraio 2015, Sanremo.
Dal primo approccio con lei, dalle prime parole ho capito che il mio Tour era arrivato alla tappa finale, poi la visita come nessuno mai aveva fatto fin ad oggi, e la trasformazione psicologica del mio problema. Quando la sicurezza di espressione in materia corrente è fluida e limpida come la sua, allora qualcosa sta cambiando e qualcosa cambierà .
Sono arrivato nel suo studio camminando a stento e sono ritornato nella mia città, Lamezia Terme, camminando con i miei piedi, tutto sembra un sogno ma se così fosse mi auguro di non svegliarmi mai. Certo la strada è ancora lunga, la terapia è appena iniziata, ma pedalata dopo pedalata raggiungeró il mio traguardo grazie al suo aiuto, grazie ai suoi miracolosi plantari che mi fanno accarezzare la mia camminata con armonia e sicurezza.
Un grazie va anche al suo staff, dalla brava Dottoressa che mi ha accolto e fatto i primi esami, ai suoi tecnici professionali e alle ragazze della ricezione…….ma soprattutto il mio grazie va a lei Dott.Avagnina. ..

Pino Dattilo

Pin It on Pinterest

WhatsApp chat