L’ozono e il Coronavirus

L’ozono e il Coronavirus

Abbiamo letto in questi mesi molti articoli e abbiamo sentito nominare la parola “ozono” molteplici volte in modo corretto e in modo errato, ma facciamo un po’ di chiarezza.

Sul nuovo ceppo di coronavirus SARS-CoV-2 (che provoca la malattia COVID-19), identificato solo nel dicembre del 2019, non sono stati ancora effettuati dei test diretti. 

Secondo quanto riportato dal Thailand Medical News “è stato dimostrato che il gas ozono uccide il coronavirus SARS e poiché la struttura del nuovo coronavirus 2019-nCoV è quasi identica a quella del coronavirus SARS, è relativamente sicuro dire che funzionerà anche sul nuovo coronavirus”. L’appartenenza alla stessa famiglia di virus SARS è stata indicata anche dal Ministero della Salute. 

TUTTAVIA “non ci sono evidenze che l’ozono svolga una funzione sterilizzante nei confronti del nuovo coronavirus e che conseguentemente metta al riparo dal contrarre l’infezione”

QUINDI ATTENZIONE ALLE TANTO PROPOSTE SANIFICAZIONI CON OZONO!

Diverso è invece il discorso dell’ OZONOTERAPIA e della sua efficacia contro il COVID-19. Ma per capire partiamo dalle basi:

Ma che cos è l’ozono?

L’ozono (O3) è composto da tre atomi di ossigeno disposti a formare un ibrido di risonanza; questa particolare struttura chimica spiega la reattività della molecola ed il suo comportamento a livello biologico.

La forma allotropica instabile dell’ozono (cioè la proprietà di esistere in diverse forme chimiche) tende a trasformarlo, in determinate condizioni, in ossigeno biatomico (O2). Due atomi di ossigeno formano la molecola base, mentre il terzo atomo di ossigeno può staccarsi dalla molecola di ozono ed interagire con le molecole di altre sostanze.

Oltre ad essere presente nell’atmosfera terrestre, l’ozono, grazie al suo elevato potere ossidante, è utilizzato come agente sbiancante, disinfettante e nella potabilizzazione dell’acqua.

Quali sono gli effetti dell’ozono sulla salute?

L’ozono, insieme a forme reattive dell’ossigeno come il superossido, l’ossigeno singoletto, il perossido di idrogeno e gli ioni ipoclorito, viene prodotto naturalmente dai globuli bianchi e da altri sistemi biologici come mezzo per distruggere corpi estranei.

L’ozono reagisce direttamente con i doppi legami organici, perturbandoli fino a neutralizzare l’agente invasore.

Si ritiene che le potenti proprietà ossidanti dell’ O3 possano intervenire nell’ infiammazione.

Il rapporto causa-effetto di come l’ozono sia creato nell’organismo e partecipi ai diversi meccanismi fisiologici è ancora oggetto di ricerca e di varie interpretazioni (altri processi chimici del corpo possono innescare alcune reazioni simili)

Ozonoterapia , gli effetti dell’ozonoterapia medica sono molteplici, come traspare dallo studio del suo meccanismo d’azione. 

 Aumenta il numero di globuli rossi nel sangue, i quali sono incaricati del trasporto dell’ossigeno a tutte le cellule dell’organismo, inoltre aumenta anche la quantità di ossigeno che questi portano, portando a una grande ossigenazione di tutti gli organi e tessuti.

 Migliora la micro circolazione a livello capillare, in particolar modo quella periferica o distale ed evita la formazione di trombosi ed embolie.

 Stimola la rigenerazione dei tessuti, producendo un processo i rivitalizzazione globale che si traduce anche nello stato della pelle e delle mucose.

 Effetto metabolico = Azione energetica che agisce contro fatica e stanchezza aumentando la produzione di sostanze protettive antiossidanti capaci di ridurre l’effetto dannoso dei radicali liberi.

L’ Ozonoterapia in genere è indicata per il trattamento di dolori alla schiena, spalle, ginocchia, piedi e mani.

Tuttavia oggi proprio questa terapia mostra un esito molto favorevole in un gruppo di pazienti, con polmonite e difficoltà respiratorie, all’interno di una sperimentazione all’ospedale di Udine dell’Azienda sanitaria universitaria Friuli centrale, da cui è iniziata la sperimentazione.

Come agisce l’ozono nei pazienti covid?

I meccanismi con cui induce il miglioramento non sono ancora chiarissimi. “Tuttavia”, aggiunge l’esperto, “sappiamo l’ozonoterapia può svolgere un effetto antinfiammatorio. Questo perché, attraverso specifici processi fisiologici, l’ozono combatte lo stress ossidativo che a sua volta danneggia cellule e tessuti e interagisce anche col sistema immunitario”. Per questo gli specialisti hanno pensato di testare la terapia nell’infezione Covid-19.

Gli studi sono ancora in corso, ma nella peggiore delle ipotesi il rischio è che non abbia alcun effetto, ma senza causare danni alla salute.

Ozonoterapia Sanremo : il centro Alipod ospiterà medici neuroradiologi dell’Asl 1 Imperiese

Ozonoterapia Sanremo : il centro Alipod ospiterà medici neuroradiologi dell’Asl 1 Imperiese

OZONOTERAPIA A SANREMO – Da giovedi 14 gennaio 2016, sarà possibile consultare anche uno specialista in Neuroradiologia selezionato dalla Direzione Medica S.C. Radiodiagnostica Ospedale Imperia.

Il Centro Alipod Foot Clinic del Dottore Sanremese Luca Avagnina, per l’anno 2016 arricchisce ancora, i servizi offerti ai tanti pazienti della sede di Corso Matuzia 13, integrando altri importanti professionisti provenienti dalla Liguria ma anche da Italia, Francia e Spagna, specializzati in varie e diffuse patologie.

Da giovedi 14 gennaio 2016, sarà possibile consultare anche uno specialista in Neuroradiologia selezionato dalla Direzione Medica S.C. Radiodiagnostica Ospedale Imperia, che effettuerà visite specialistiche neuroridiologiche, terapie infiltrative di ozonoterapia, Medical Device e tricomponentiche.

Il Centro Alipod diventa cosi unica sede a Sanremo dove si pratica l’ Ozonoterapia, (www.ozonoterapiasanremo.it ) una miscela di ossigeno ed ozono, utile a curare ernie discali, artriti, artrosi, cervicalgie, lombalgie, sciatiche,  tendiniti e tantissime altre patologie, da segnalare che oltre agli eccellenti risultati, non presenta effetti collaterali ed ha pochissime controindicazioni.

Il Dott. Avagnina, molto soddisfatto di questa nuova ed innovativa “ collaborazione “ iniziata con l’Asl 1 Imperiese,  dichiara che “ il Centro Alipod,  è pronto a sviluppare già nelle prossime settimane altre nuove ed importanti collaborazioni, che renderanno sempre più completa l’offerta dei servizi ai pazienti, in modo da perseguire il nostro obiettivo rivolto alla cura ma anche alla prevenzione di numerose patologie Osteo – Muscolo – Articolari, in linea con la filosofia specialistica del nostro Centro“.

SanremoNews   /    Riviera24

 

Ozonoterapia in che cosa consiste la terapia.

Ozonoterapia in che cosa consiste la terapia.

Ozonoterapia

E’ una tecnica validata e riconosciuta a livello universitario, consistente nell’ erogazione di una miscela gassosa di ossigeno-ozono (O2O3) nell’organismo, attraverso varie tecniche a concentrazioni e quantita’ variabili in rela-zione alle patologie da trattare, cio’ permette spesso di raggiungere risultati insperati su: ERNIE, PROTRUSIONI LOMBARI e CERVICALI; poichè alla base del dolore provocato da queste affezioni vi è un conflitto in uno spazio limitato tra la radice nervosa e la massa discale nel canale vertebrale

Le tecniche tradizionali agiscono sulla struttura discale indebolendola ulteriormente o eliminandola provocando così degenerazione artrosica e nuova protrusione. L’ OZONO agisce invece solo sulla porzione erniata, la regres-sione della sintomatologia è rapida e completa il che, unito all’ assenza di effetti collaterali e all’ elelevatissima efficacia, fanno della terapia con O2O3 il trattamento di elezione per l’ ablazione dei dischi intervertebrali protrusi o rilassati.

IN CHE CONSISTE LA TERAPIA?

La tecnica viene effettuata mediante 2 o 4 iniezioni paravertebrali muscolari profonde a livello della zona interes-sata

QUANTE SEDUTE OCCORRONO E CON QUALE FREQUENZA
Non vi è ovviamente un numero preciso variando in base alla sede e alla tipologia dell’ernia ed alla risposta indi-viduale; indicativamente cominciano ad aversi risultati significativi nella gran partew dei casi in media con 8 – 10 sedute i pazienti che migliorano nettamente già dalla prima o seconda o altri nei quali bisogna spingersi fino ad un massimo di 20.Normalmente le prime quattro o sei sedute hanno cadenza bisettimanale poi una a settimana.

QUANTO DURA L’INIEZIONE ED E’ DOLOROSA?
A parte la paura dell’ ago e il leggero senso di pesantezza dovuto alla diffusioner del gas, se la tecnica è condotta dal medico con cautela e perizia è praticamente indolore anche se ovviamente individui particolarmente sensibili possono riferire maggior fastidio ed indolenzimento che si esauriscono comunque in pochi minuti

BASTA UN CICLO O BISOGNA RIPETERLO?
bello dell’ozonoterapia è che agendo direttamente sulla causa e non sul sintomo , una volta risolto il problema per il riassorbimento dell’ernia il risultato è permanente e praticamente definitivo, nei rari casi di recidiva peraltro as-solutamente inferiori a ai casi operati si puo’ comunque ripetere la terapia.

Ci SONO CONTRINDICAZIONI ASSOLUTE O RELATIVE?
SI non possono sottoporsi alla terapia con ozono i soggetti affetti da FAVISMO, IPOTENSIONE, IPERTIROIDISMO e quelli con ernie DURE, FIBROSE e CALCIFICHE ( sara’ comunque in questo caso il medico a valutare il caso

CHI PUO’ EFFETTUARE LA TERAPIA ?
Esclusivamente medici possibilmente specialisti che abbiano inoltre effettuato corsi specifici. Nel nostro centro ci atteniamo ai protocolli ed apparecchiature raccomandate dalla Società’ italiana di OssigenoOzonoTerapia

Antalgici – Antinfiammatori – Biostimolanti

L’Ozono Terapia è spesso risolutiva nel trattamento dei dolori di Schiena, Spalle, Ginocchia, Piedi e Mani:
– Dolore cronico, specialmente di tipo infiammatorio, sia articolare che muscolare;
– Dolori alla schiena (cervicalgia, lombalgia e sciatica)
– Reumatismi, Artrosi e Artriti;
– Fibromialgia e sindrome di fatica cronica;
– Mialgie e Contratture muscolari;
– Tendinite acuta e cronica.

La terapia è praticamente indolore, non presenta effetti collaterali ed ha pochissime controindicazioni.
– Percentuale delle guarigioni che, secondo la letteratura oscilla tra l’80-90% dei casi
– Innocuità assoluta (nessuna allergia all’ossigeno)
– Nessuna limitazione nelle indicazione
– Nessuna necessità di riposo

Pin It on Pinterest

WhatsApp chat