Achille pie’ veloce?….

A cura del Podomedica Alipod Clinic Team

… purtroppo non sempre. Imprigionati in scarpe strette e a punta, con tacchi vertiginosi, trascurati ed ignorati, considerati una cosa di cui vergognarsi, i piedi sono nello stile di vita moderno e nella cultura occidentale la “cenerentola” del corpo.

Ma averne cura è un segreto per conseguire lo “star bene” dell’intero organismo. Importantissimi per il benessere di tutto l’organismo, per la bellezza del corpo, per l’armonia dell’andatura, i piedi sono spesso trascurati e per molto tempo la stessa medicina li ha trattati come una parte del corpo di secondaria importanza.Non era così nell’antichità classica, quando il lavacro dei piedi era ritenuto un significativo atto di rispetto verso gli ospiti e per molti popoli un vero, sacro rito religioso.

Focus – La protesi piu’ antica della storia

Nell’Antico Egitto, come testimoniano papiri rinvenuti nelle tombe di oltre quattromila anni fa, si conoscevano e si curavano le più diffuse malattie dei piedi. Nel Medioevo i “mediconi” di piazza curavano calli, occhi di pernice, unghie incarnite e si specializzavano fino a diventare professionisti altamente considerati. Nel Settecento erano i medici di corte ad avere cura delle estremità delle loro Maestà.

Ma com’è fatto il piede? Conoscerlo bene è importante per imparare a salvaguardarne la salute e l’estetica. Il suo scheletro è composto da ventisei ossa disposte in tre parti che, a partire dalla gamba, contengono il tarso, il metatarso e le dita, mentre il calcagno e l’astragalo congiungono il piede alle ossa della gamba. Questa mirabile architettura, si muove su trentatre articolazioni che ne fanno una sublime macchina di locomozione ed equilibrio.

La parte ossea, che interessa l’ortopedia, è solo uno dei tre aspetti della struttura dei piedi. Sono altrettanto importanti quello nervoso e quello circolatorio.Dal punto di vista del sistema nervoso, è importante sapere che c’è una zona del piede detta “seno del tarso” ricchissima di terminazioni nervose, capaci di rilevare costantemente la posizione del corpo, e come un radar, di fornire al cervello tutte le informazioni per adattare il movimento al terreno, alla luce, al buio, agli ostacoli, senza cadere e regolando istante per istante la deambulazione.

Per quanto riguarda la componente circolatoria, il piede viene considerato una specie di “secondo cuore”, o “cuore plantare”. Infatti come dal cuore parte la circolazione arteriosa, dai piedi parte quella venosa, che riporta il sangue al cuore. Se questo meccanismo di “cuore periferico” diventa difettoso, sopraggiungono disturbi di circolazione la cui prima spia è il gonfiore ai piedi.

Ma come può presentarsi un piede? Dal punto di vista della forma, il piede può variare e possono essere distinte alcune classi morfologiche dove la differenza la fanno le dita, tanto che le proporzioni che intercorrono tra di esse sono state codificate dall’antropologia in quella che viene detta “formula digitale”. Si parla di “piede egizio”, quando l’alluce è più  lungo degli altri, in particolare del secondo dito. Di “piede greco” quando il secondo dito è più lungo dell’alluce (ed è il caso più comune), oppure di “piede quadrato”, detto anche “ piede romano “quando le prime due dita sono uguali. Ma aldilà di queste curiosità, l’aspetto delle estremità può rivelare molte cose sul loro stato di salute e funzionalità e sull’esistenza di disfunzioni e malattie dell’intero organismo. Quando i piedi soffrono, sia in modo continuo ed assillante, sia saltuario e meno manifesto, è importante ricorrere subito al parere di un esperto.

piedi

Uno stato di gonfiore, per esempio, può essere il sintomo di disturbi del circolo che investono non solo il piede ma anche le gambe, come le varici, l’estensione del gonfiore e la cellulite.Anche il colore della pelle dei piedi può suggerire qualcosa sulla loro salute: se è troppo pallido il sangue probabilmente non circola bene, se tende al violaceo, può esserci un difetto di ossigenazione del sangue.

 

I piedi, in definitiva, possono accusare disturbi propri ma possono anche essere la spia di malattie che riguardano altre parti del corpo, così come ci sono difetti e disfunzioni che possono essere causa di scompensi e malattie dell’organismo.

 

Pin It on Pinterest